Non ho voglia di studiare!

Quante volte te lo sei detto o lo hai sentito dire dai tuoi figli? No, proprio non ho voglia di studiare!

Il fatto è che, nonostante sia uno dei problemi più comuni degli studenti, sembra essere uno tra i più difficili a cui porre rimedio.

Ma perché non abbiamo voglia di studiare?
Innanzitutto perché spesso utilizziamo delle strategie noiose. Leggere e ripetere, leggere e riscrivere e leggere e rileggere sono degli esempi palesi! Quante volte devi leggere un concetto prima di capirlo? Almeno due. Prima di ricordarlo fino all’interrogazione di domani? Devi rileggerlo o riscriverlo almeno altre due volte. Se poi hai la verifica tra due settimane? Probabilmente dovrai rifare tutto il procedimento (o fare riassunti dei riassunti) ancora due o tre volte. E poi, dopo tutto questo procedimento siamo sicuri di arrivare all’interrogazione ricordando tutto? Probabilmente no, la nostra preparazione risulterà anche imperfetta. Frustrante non è vero? Eppure capita spessissimo.

Studiare risulta noioso anche perché richiede molto tempo. È divertente giocare a carte. Tuttavia immagina di giocarci per 8 ore di fila. Probabilmente a quel punto risulterà una tortura! Qualsiasi cosa ci richieda molto tempo, dopo un po’ risulta noiosa.

Ovviamente anche i risultati negativi contano. Se associamo allo studio una sensazione di pesantezza probabilmente i nostri risultati non brilleranno. Così, se prendiamo qualche brutto voto o non passiamo un esame all’università, ci abbattiamo. Ogni volta che succede diamo un riferimento alla nostra mente che “studiare = doloroso”.

Consapevoli di quanto detto in precedenza, il corso è stato strutturato in modo da invogliare l’allievo ad apprendere. Le strategie insegnate sono infatti le tecniche più evolute per imparare e sfruttano appieno le potenzialità della nostra mente. In particolare puntano a sviluppare l’interazione tra emisfero destro e sinistro, collegando l’emisfero creativo a quello razionale (con i metodi classici invece si sfrutta solo quello razionale). Ne consegue che lo studio risulta decisamente più piacevole e le informazioni vengono immagazzinate molto più facilmente e per molto più tempo. L’efficacia delle strategie inoltre riduce i tempi di studio drasticamente, eliminando quelle sessioni di studio interminabili e poco produttive. Infine grazie alla struttura del corso l’allievo ottiene risultati tangibili fin dal primo giorno dopo il corso, creando una serie di riferimenti positivi che fanno aumentare la sicurezza in sé stessi e portano l’allievo ad associare “piacere” allo studio.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *