Realizzare cose impossibili? Si può fare.

Oggi ho ricevuto una testimonianza da parte di uno dei nostri allievi, ora attivo collaboratore del nostro centro, con preghiera di diffonderla per dare speranza e fiducia a tutte quelle persone a cui magari la vita, come nel caso di Samuel, ha messo un fardello pesante sulle spalle.

Ma non ti dico niente, lascio la parola a Sam.

Sono Samuel Agostini, sono nato a Trento città in cui vivo tutt’ora.
Faccio l’impegato pubblico dove mi occupo di contabilità dal 2012.

Il mio problema principale era il fatto che non ho mai accettato la mia sorditàe mi sono sempre sentito “limitato”, di conseguenza non stavo bene con me stesso e facevo fatica a immaginare di poter fare qualcosa di importante nella vita e soprattutto di poter realizzare dei sogni.

Uno era quello di poter studiare l’inglese memorizzando i vocaboli e ricordarli a lungo termine, senza dimenticarli dopo poco tempo.

Dopo aver finito la scuola mi sono reso conto che il mio linguaggio stava andando a impoverirsi, (caratteristica normalissima per chi ha un residuo basso o assenza di udito).

Il mio umore, man mano che andavo avanti con i mesi, stava sempre peggiorando, uscivo sempre di meno per dedicare del tempo solo al lavoro, sport e ogni tanto delle uscite con amici.

Dentro di me sentivo che non ero sulla strada giusta e non stavo bene.

Un giorno ho espresso un desiderio “poter migliorare la mia capacità di memorizzare qualsiasi cosa, essere più efficiente al lavoro e specialmente riuscire a studiare inglese.”

Un giorno, ho avuta una grandissima opportunità, andare a vedere una presentazioni del corso Genio in 21 giorni a Trento.

Sinceramente non mi iscrissi subito perché ero molto diffidente, avevo paura che su di me non funzionassero, mi sembrava troppo bello che si potessero ottenere così grandi risultati in poco tempo, come avevo visto.

Dopo quasi un anno fui ricontattato da un collaboratrice di Your Trainers, a questo punto mi decisi di fare il corso Genio in 21 giorni.

Fu una grande svolta nella mia vita!

Decisi di seguire più da vicino le attività del centro e continuare a formarmi e specialmente grazie a questo percorso mettendomi in gioco, affrontando delle sfide, sono riuscito a raggiungere la sicurezza in me stesso, ho capito i pensieri negativi che mi frenavano, il non accettarmi da punto debole che era, l’ho fatto diventare il mio punto di forza.

Da allora ho smesso di lamentarmi e ho deciso di affrontare la vita a testa alta.
Riesco a memorizzare i vocaboli divertendomi e riesco a rapportarmi con le persone senza pormi limiti e insicurezze.

La vita da allora è diventata tutta più leggera e meravigliosa.

E oggi sono Vicepresidente per il gruppo giovani dell’Ens (Ente Nazionale Sordi) del Trentino e fra le altre cose mi occupo delle agevolazioni, attività di gruppo, l’integrazione nella società, supporto morale, per il nostro gruppo. 

Voglio essere un tramite per dar loro l’opportunità di essere più sicuri, più felici di essere come sono.

Credo profondamente che come sono cresciuto io possono crescere anche loro!

Insomma grazie a YTG, all’Accademia dell’Eccellenza e soprattutto grazie a me stesso che ho portato la mia vita a un livello diverso!!